Luce pulsata

LUCE PULSATA

La Luce Pulsata opera, come la radiofrequenza, tramite il riscaldamento selettivo di alcuni tessuti rispetto ad altri. L’effetto termico ottenuto tramite i lampi di luce varia in base al colore del tessuto e della lunghezze d’onda della luce utilizzata.

L’applicazione più nota e comune della Luce Pulsata è senz’altro l’epilazione semipermanente. Il trattamento dà i migliori risultati in caso di forte contrasto di colore tra un pelo scuro ed una pelle chiara. In queste situazioni bastano in media sei sedute a distanza di circa 45 giorni per ottenere un risultato completo. Il trattamento può essere eseguito su qualunque area corporea ma purtroppo non funziona su peli bianchi o molto chiari. Ha le stesse indicazioni, risultati e limiti del laser ma costi minori. Non si può eseguire nei mesi estivi e su cute abbronzata. E’ mia abitudine eseguire sempre alcuni lampi test sulla zona da epilare. Ciò mi permette di iniziare, pochi giorni dopo, il trattamento vero e proprio partendo con le massime potenze possibili minimizzando i rischi di reazioni cutanee eccessive e massimizzando il risultato di ogni seduta.

Nel fotoringiovanimento del viso si ottiene una lieve retrazione delle fibre collagene dermiche, una azione di stimolazione cellulare e un effetto peeling a livello dell’epidermide. E’ uno dei trattamenti ideali per pelli danneggiate dal sole e dal fumo, ingrigite e diffusamente macchiate. Il risultato è una cute più luminosa e compatta, la scomparsa di macchie e cheratosi, l’attenuazione delle microrughe.

Un’altra importante indicazione della Luce Pulsata sono la couperose e le varie forme di eritrosi e arrossamenti permanenti del viso. In questo caso si tratta di una tecnica soft. Il miglioramento è graduale, di solito sono necessarie più sedute per ottenere un risultato completo. Ma gli esiti visibili sulla cute a fine seduta sono, a parte i casi più difficili, molto lievi e spesso limitati ad un fugace ulteriore arrossamento della cute trattata, senza comparsa di croste e petecchie come può verificarsi con altre metodiche.

Nell’acne in fase attiva la luce pulsata ha una azione battericida che, insieme ai peeling, al Plexr ed eventualmente a cicli di antibiotici, può portare a importanti miglioramenti, evitando spesso l’uso della isotretinoina, un farmaco molto efficace e potente ma ricco di effetti collaterali, da una estrema secchezza e desquamazione cutanea alla malformazione fetale in caso di una inattesa gravidanza.

LEAVE A COMMENT

Dante Sassone by VL WEB srl