Plexr

Il Plexr è una apparecchiatura che permette di sublimare (far passare da uno stato solido ad uno gassoso) i tessuti trattati senza danneggiare i tessuti immediatamente circostanti. Il principio fondamentale su cui si basa la tecnica in molti dei suoi utilizzi è una progressiva e controllata retrazione dei tessuti dovuta ad una somma di microcicatrici retraenti che interessano i tessuti dermici senza lasciare segni visibili a livello superficiale, epidermico. La precisione sul bersaglio che si può ottenere con l’uso del Plexr rende questa metodica ideale per molte applicazioni, in particolare:

  • Blefaroplastica. L’intervento si esegue esegue in un normale studio medico, ed in media sono necessarie quattro sedute a distanza di almeno un mese. L’anestesia è ottenuta tramite la semplice applicazione di una crema anestetica. Mentre in un intervento di blefaroplastica chirurgica si asporta una losanga cutanea, con la tecnica Plexr si opera solo sulle zone dove l’eccesso di cute è più evidente. E questo vale per ogni seduta successiva. Questo permette di ottenere un risultato progressivo, modulabile in base alla singola situazione e molto preciso. Sia i miglioramenti ottenibili che la durata del risultato sono sovrapponibili a quelli di una blefaroplastica chirurgica. L’unico limite della tecnica è che si può adottare solo in caso di un puro eccesso cutaneo della palpebra: se vi sono borse adipose sottopalpebrali è ancora necessario ricorrere all’intervento chirurgico tradizionale.
  • Rimozione di neoformazioni cutanee benigne: fibromi, verruche, cheratosi, cheloidi, xantelasmi etc.
  • Lifting dell’ombelico.

Altre indicazioni in cui il Plexr può essere risolutivo o comunque parte integrante di un trattamento combinato sono: microlifting del viso e del corpo, trattamento dell’acne sia in fase attiva sia per gli esiti cicatriziali, trattamento delle smagliature, rimozione tatuaggi.

LEAVE A COMMENT

Dante Sassone by VL WEB srl